Bruno Alves alla Gazzetta dello Sport: “Potrei chiudere la carriera a Parma”

Intervistato in esclusiva da La Gazzetta dello Sport, Bruno Alves ha fatto il punto sulla sua esperienza con la maglia del Parma, squadra della quale è diventato ben presto capitano e pedina imprescindibile.

Il difensore portoghese è apparso subito molto motivato in vista del rush finale di stagione: “Stiamo bene, siamo concentrati sull’obiettivo. Nel girone di ritorno c’è stata una flessione, ma questo è normale. Io dico sempre ai compagni: lottiamo e andiamo a prenderci la salvezza, ce la meritiamo. Non siamo ancora salvi. Ora abbiamo la partita contro l’Atalanta, che è molto difficile, e dobbiamo rimanere sul pezzo.”

E poi ha aggiunto:La salvezza per noi vale più di uno scudetto. Ho vinto campionati un po’ dappertutto in giro per l’Europa, ma vi garantisco che salvarsi qui in Italia è davvero molto complicato. Il calcio della Serie A è unico, difficile da interpretare, molto tattico. Tutti studiano gli avversari, in partita ci sono mosse e contromosse: negli altri tornei non è così. Per questa ragione, se arriviamo all’obiettivo, possiamo dire di aver fatto una grande impresa, soprattutto se pensiamo che siamo una neopromossa e che questa società, in soli tre anni, è passata dai Dilettanti alla Serie A.”

L’età avanza per tutti e, nell’anno del suo 38° compleanno, Bruno Alves non esclude di poter chiudere la carriera a Parma: “Voglio chiudere quando sono ancora in alto, a Parma si può verificare questa situazione. Sono orgoglioso che mi abbiano proposto il rinnovo, così come sono stato orgoglioso di aver ricevuto un’offerta, a gennaio, da una squadra importante (la Juventus, ndr). Significa che il mio lavoro è apprezzato.”

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.
No comments yet! You be the first to comment.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!