Calciomercato Parma, DS Faggiano: “Riscatto Inglese? Impossibile a 25 milioni”

Intercettato dalle frequenze di Radio CRC, nel corso della trasmissione Un Calcio alla Radio, il direttore sportivo del Parma Calcio, Daniele Faggiano, ha fatto chiarezza sul futuro di alcuni tesserati, non dimenticando di “esaltare” il buon campionato condotto dalla truppa di mister D’Aversa.

Un girone d’andata di assoluto livello per la squadra ducale, poi un drastico calo nei mesi successivi. L’obiettivo, però, è stato aritmeticamente raggiunto con una giornata d’anticipo: “Non dimentico le griglie di partenza di inizio anno, – ha esordito Faggiano – i bookmakers ci davano per spacciati prima che cominciasse il campionatoNon ci aspettavamo tanti infortuni questo è certo, specialmente in turni infrasettimanali ed altri eventi sfortunati, ma siamo andati avanti. Nessuno di noi pensava fosse tutto facile, ma la vittoria dell’Empoli con il Napoli ci ha fatto sicuramente fischiare un po’ le orecchie.”

Un modello da seguire e una squadra da cui ripartire in vista dell’annata che verrà: “Bisogna seguire le orme della Juventus, ma loro hanno una marcia in più, è molto difficile. Sono organizzati e se devono mettere da parte una bandiera, lo fanno. Valutano in base al loro budget. La nostra è una squadra che si deve consolidare. Il prossimo anno dovremo prima prenderci la salvezza, poi se verrà qualcosa in più ben venga”. 

Si avvicina a grandi passi il mercato estivo. Prima gli eventuali riscatti, poi le operazioni che andranno ad integrare l’organico gialloblu: “Inglese? Abbiamo il riscatto fissato a 25 milioni e merita tanto. Siamo stati sfortunati anche noi che non lo abbiamo potuto vedere per tutto l’anno. A quelle cifre, però, ci è impossibile riscattarlo. Proverò comunque a contrattare con il Napoli. Sepe? Vedremo, prima pensiamo a chiudere nel migliore dei modi il campionato, poi dopo una settimana di pausa parleremo di nuovo di mercato.”

Leggi anche:

Parma-Fiorentina 1-0: le dichiarazioni di D’Aversa nel post partita

Montella espulso in Parma-Fiorentina: calcio a un backdrop e ferito uno steward

Parma-Fiorentina 1-0: il boato al fischio finale e la festa salvezza (video)

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.