Guardiola: “Il Parma di Ancelotti? Uno dei miei più grandi rimpianti”

Prima di sfidare l’Everton del neo arrivato Carlo Ancelotti (poi battuto 2-1, ndr) con il suo Manchester City, Pep Guardiola ha avuto modo di ricordare un episodio legato al periodo d’oro del Parma, quando sul prato del “Tardini” agivano fuoriclasse del calibro di Buffon, Cannavaro, Thuram e Crespo. Il manager dei Citizens, allora 27enne, fu vicinissimo a vestire la maglia dei crociati, allenati all’epoca dallo stesso Ancelotti, ora collega ed amico del trainer spagnolo.

Il Parma? Forse uno dei miei più grandi rimpianti – ha ammesso Guardiola –Siamo stati molto vicini. Quel Parma aveva gente come Buffon, Thuram, era forte. E io ero molto giovane. All’epoca avevo 27 anni, giocavo nel Barcellona ed ero curioso di conoscere nuovi allenatori e magari un altro paese.

Ancelotti era l’allenatore di quel Parma. Siamo entrati in contatto, – ha aggiunto – anche se più con il direttore sportivo. Ero entusiasta e curioso di scoprire i suoi metodi. È stato uno dei migliori allenatori della storia. È venuto con la sua filosofia e io ho cercato di impararla. Ma rimpiango di non aver avuto Carlo come allenatore.”

Leggi anche:

Calciomercato Parma, Kurtic della SPAL è un obiettivo concreto

Comunicato Boys Parma per Simone: “Persona buona e leale”

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.