Parma-Bologna 2-2: le dichiarazioni di D’Aversa nel post partita

Il Parma acciuffa nel finale un pareggio insperato, annullando il doppio vantaggio del Bologna in poco più di 60 secondi, grazie alle reti di Kurtic e Inglese. Nel post partita, la soddisfazione e la lucida analisi di mister Roberto D’Aversa, che ha assistito ancora una volta ad un brutto primo tempo dei suoi.

Le dichiarazioni di D’Aversa nel post partita di Parma-Bologna 2-2

“L’approccio, sinceramente, non è stato dei migliori. Purtroppo stiamo pagando delle disattenzioni, abbiamo preso gol da angolo dove nell’allenamento di ieri l’unica cosa che abbiamo curato era la fase difensiva sulle palle inattive in allenamento. A parte gli ultimi due primi tempi, i ragazzi hanno sempre fatto la prestazione.

Siamo stati bravi a riprendere una partita che era impensabile recuperare in così poco tempo. Dobbiamo ragionare non sulla posizione di classifica, ma dobbiamo ragionare sul fatto che noi abbiamo determinate caratteristiche: se riusciamo a metterle in campo, allora possiamo giocarcela con chiunque.

Le scelte iniziali? Obbligate, ad Inglese ho dato fin troppo minutaggio. Con Cornelius abbiamo avuto risultati importanti. Senza centravanti si fa fatica. Ho presentato la partita dicendo che potevamo superare il Bologna nel derby, però alla lunga posso adattare Kucka, ma non per usare alibi, che non abbiamo mai cercato, però senza centravanti nel giocare e mettere in difficoltà gli avversari è un ruolo importante.

Il nostro girone d’andata dell’anno scorso nasconde la qualità e l’obiettivo. È chiaro che si è fatto tutto subito ma venivamo da vittorie di campionati: l’anno scorso avevamo giocatori da B e di Lega Pro, salvarsi è stato un miracolo. Quest’anno ci deve servire per non fare lo stesso, abbiamo sette punti in più, mi auguro di recuperare la rosa al completo, lo stesso Grassi che ci è mancato e lavoreremo per fare meglio. La nostra ambizione è quella di fare meglio rispetto all’anno scorso, anzi ringrazio la società perché è venuta a stimolarci in settimana ed è stato importante e si è visto nel finale”.

Leggi anche:

Parma Calcio, tesserato positivo al Coronavirus: il comunicato ufficiale

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.