Parma, Faggiano alla Gazzetta dello Sport: “D’Aversa? Per lui parlano i risultati”

Intercettato dai microfoni de La Gazzetta dello Sport, il direttore sportivo del Parma, Daniele Faggiano, ha parlato della stagione dei crociati, concentrandosi su alcune personalità importanti come Bruno Alves e Gervinho, senza dimenticare il lavoro di Roberto D’Aversa.

Le dichiarazioni del DS Faggiano alla Gazzetta dello Sport

Bruno Alves? Lui è l’esempio della professionalità, della voglia di arrivare, Bruno è un giocatore prezioso e un uomo che non ci sta a perdere nemmeno a calcio-tennis. Si è perfettamente integrato fra l’altro, leader vero. Lo voleva la Juve sì, e anche un’altra big italiana ma io e lui già prima avevamo parlato dell’allungamento di contratto e del progetto-Parma che si sarebbe fondato anche su di lui: appena sono emerse alcune voci, abbiamo concretizzato l’accordo. L’altra big era l’Inter? Non confermo e non smentisco…”.

Il lavoro di D’Aversa? A mio parere, il mister meriterebbe più apprezzamento da parte di tanti. Roberto ha vinto due campionati e per questa stagione ci avviamo, spero, verso la salvezza. Parlano i risultati per lui. È un tecnico che vale e che andrebbe certamente apprezzato di più.

Il futuro di Inglese e Gervinho? A fine campionato vedremo. Gervinho è nostro, vogliamo tenerlo, poi c’è la storia del ‘pagare moneta, vedere cammello’… Però l’idea è quella di ripartire anche da lui.”

Leggi anche:

Parma Calcio, Faggiano: “Inglese non sta bene, Sepe uomo spogliatoio”

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e la Laurea Magistrale in Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, è anche speaker di Radio Punto Nuovo da agosto 2021.