Parma Calcio, scattato l’obbligo di riscatto per Inglese, Grassi e Sepe: le Cifre

CALCIOMERCATO PARMA – La prestigiosa vittoria casalinga con il Napoli ha permesso agli uomini di Roberto D’Aversa di raggiungere con tre giornate d’anticipo l’aritmetica salvezza. Missione compiuta, dunque, per la società ducale, che ora si vedrà “costretta” ad esercitare l’opzione di riscatto per i cartellini di Roberto Inglese, Alberto Grassi e Luigi Sepe.

Proprio sull’asse Napoli-Parma, nelle ultime sessioni di mercato, si sono concretizzate diverse operazioni importanti, tra cui quelle relative al centravanti ex Chievo, al centrocampista cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta e all’affidabile portiere campano. Il club emiliano andrà così a versare nelle casse partenopee una cifra piuttosto importante: “obblighi di riscatto” che porteranno il Parma ad elargire una somma pari a poco più di 30 milioni di euro.

20 milioni di euro la valutazione complessiva di Roberto Inglese, che l’anno scorso già consegnò al portafoglio di Aurelio De Laurentiis 2 milioni di prestito oneroso e 2 milioni di “bonus salvezza”. Ora, una volta archiviato il discorso salvezza, i restanti 18 milioni. Per quanto concerne Alberto Grassi, invece, si tratta di un affare da 7 milioni di euro, di cui 2 sono già stati versati nelle casse del Napoli a fronte della modalità del “prestito oneroso”.

Infine, per Luigi Sepe, dimostratosi ancora una volta uno dei migliori portieri della categoria, Parma e Napoli completeranno un’operazione da circa 5 milioni di euro. Gettate, dunque, le basi per un futuro importante a tinte gialloblu.

Leggi anche:

Parma Calcio ceduto a un gruppo del Qatar: la valutazione della società

Calciomercato Parma, Napoli su Giuseppe Pezzella

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.