Parma-Udinese 2-2: le dichiarazioni di D’Aversa nel post partita

Nel post partita di Parma-Udinese, mister Roberto D’Aversa non ha nascosto la sua amarezza per il 2-2 maturato allo “Stadio Ennio Tardini” al termine dei 90 minuti. Qui di seguito le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico dei ducali, che ha visto i suoi farsi rimontare nella ripresa dalla squadra di Luca Gotti.

Le dichiarazioni di D’Aversa nel post partita di Parma-Udinese 2-2

Questa l’analisi di mister D’Aversa: “Sicuramente c’è stata un’ottima prestazione, così come sicuramente si poteva far meglio nel primo tempo dove nonostante fossimo già sul 2-0 abbiamo avuto altre circostanze per avere un risultato più rotondo; perché nel può succedere che nel momento in cui si subisce un gol ritorna lo sconforto, il timore, la paura di non poter portare a casa il risultato. Sul risultato mi sento di dire che ci sono stati degli errori da parte nostra, ma c’è stata una gestione non congrua della partita: il numero dei cartellini gialli è stato impressionante nonostante non sia stata una gara molto cattiva, ma io sono l’allenatore del Parma e devo lavorare sugli errori che abbiamo commesso noi.

(Video: Parma Calcio 1913)

Gervinho e Kurtic erano convocati, la mia scelta è stata quella di mandarli in tribuna: sono due giocatori molto importanti, lo dimostra il fatto che con me hanno quasi sempre giocato, ma io pretendo che mi diano di più anche fuori dal campo. In questo momento errori di atteggiamento non ce ne possono essere e loro sono due giocatori rappresentativi, esigo siano sempre preparati”

Gervinho? Al di là del fatto che io lo abbia mandato in tribuna, ieri ci avevo parlato e avevamo condiviso di non partire dall’inizio, perché in questo periodo l’ho usato per molto tempo e la qualità molto probabilmente è andata a discapito della qualità del giocatore; ho sempre pensato mi potesse risolvere le partite, il pensiero è sempre di recuperarlo. Poi sono successe cose che mi hanno fatto decidere di mandarlo in tribuna, ma il fatto che partisse Mihaila dall’inizio era una decisione già presa. Poteva essere un giocatore che poteva darci una mano, ma si era già ragionato di farlo partire dalla panchina e poi dare un contributo, va centellinato anche il minutaggio di un giocatore importante come Gervinho”.

Leggi anche:

Parma-Udinese 2-2: le dichiarazioni di Cornelius nel post partita

Parma Calcio, Ag. Brunetta: “Niente River Plate, almeno fino a luglio”

Parma Calcio, l’ex Luigi Sartor arrestato: coltivava marijuana

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.