Roma-Parma 2-1: le dichiarazioni di Alessandro Lucarelli nel post partita

Una furia Alessandro Lucarelli nel post partita di Roma-Parma. Il dirigente crociato ed ex capitano della squadra gialloblù si è soffermato sugli errori arbitrali che si protraggono da un bel po’ di partite ai danni del Parma.

Roma-Parma 2-1: le dichiarazioni di Alessandro Lucarelli nel post partita

A DAZN ha dichiato: “Stasera parlo io per evitare squalifiche. Credo che oggi abbiamo rasentato il ridicolo: non dare un rigore come quello di stasera, soprattutto dopo quello fischiatoci contro tre giorni fa, ci penalizza tanto, ancora una volta. Mancini tocca il pallone col braccio. Per stemperare e cercare di dare una mano, sino ad oggi abbiamo cercato di non far polemica. Però, da stasera, basta. Non è che se abbiamo 39 punti siamo gli scemi del villaggio. Vogliamo giocarci fino alla fine il nostro campionato. Non accettiamo più questo tipo di errori. Analizziamo gli episodi: andate a vedere il rigore che ci hanno fischiato contro a Verona e quello di domenica scorsa per fallo di mano di Darmian. Poi, stasera, non ci danno un rigore come questo… Secondo me in questo momento c’è da capire la difficoltà che c’è nella classe arbitrale. Se il VAR era stato introdotto per aiutare, mi sa che sta solo mettendo confusione negli arbitri”.

Purtroppo abbiamo commesso anche stasera degli errori, però la voglia della squadra era quella di provare a fare risultato. E’ chiaro che quando c’è grande equilibrio, gli episodi cambiano le gare. E in queste ultime partite ci sono venuti sempre contro, per via di scelte molto discutibili”.

“È normale che i ragazzi siano nervosi, perché è una storia che si ripete da 5-6 partite. Fino ad oggi siamo stati zitti, però non possiamo continuare a far finta di niente. E’ necessario che ci sia attenzione da parte degli arbitri e in generale: se invece di 39 punti, ne avessimo avuti 28, magari stasera sarebbero fioccate squalifiche. Il fatto che abbiamo una classifica relativamente tranquilla non ci deve far passare per quelli che accettano tutto in silenzio”.

Leggi anche:

Roma-Parma 2-1: il tabellino